Menu Chiudi

Come installare VirtualBox sul proprio PC Windows

VirtualBox

Un post dedicato alla installazione di Virtualbox in un computer con Windows, in modo da poter virtualizzare diversi sistemi operativi per test e verifica, ma anche per scopi didattici.

Molto spesso nel mio lavoro ho necessità di utilizzare diversi sistemi operativi per i motivi più vari. È ovvio che non potendo disporre di un numero illimitato di computer su cui effettuare prove di qualsiasi genere, è estremamente utile impiegare macchine virtuali per raggiungere lo scopo con il minore sforzo possibile, sia esso economico che strutturale.

Il variegato mondo dei tools per la virtualizzazione mette a disposizione strumenti estremamente sofisticati per poter virtualizzare quasi qualsiasi tipo di Sistema Operativo. Questi strumenti sono progettati per mitigare moltissimo la complessità derivata da questo genere di operazioni; oltretutto la stragrande maggioranza di questi strumenti è disponibile gratuitamente in internet, il che li rende estremamente appetibili agli sviluppatori.

C’è da dire che alcuni di questi strumenti gratuiti, rendono disponibili solo alcune funzioni di base della virtualizzazione di un sistema operativo mentre altri sono totalmente gratuiti. Tuttavia, la quasi totalità di questi strumenti è più che sufficiente per le le normali operazioni di virtualizzazione.

Il web brulica di un considerevole numero di articoli a riguardo dei benefici nell’impiego delle macchine virtuali; per coloro che intendono avvicinarsi all’argomento per la prima volta questo articolo mi sembra uno tra i più sintetici e chiari.

Ma torniamo ora alla nostra guida su come installare il software per la virtualizzazione VirtualBox sul nostro PC Windows.

Passo 1. Azioni Preliminari

Prima di procedere alla installazione di Virtualbox è necessario accertarsi che il proprio PC disponga di una CPU in grado di supportare la virtualizzazione e che il BIOS sia impostato in modo che questa possa essere utilizzata dal Sistema Operativo Windows (la macchina fisica). In questa immagine, un esempio della pagina del BIOS interessata.

Setup del BIO del PC
Setup del BIO del PC

Nell’immagine di esempio, la motherboard del PC è equipaggiata con un processoreIntel i5. Per abilitare la virtualizzazione della macchina Host (la macchina fisica dove è installato il sistema operativo Windows) impostare i parametri come segue:

  • Virtualization technology: Enabled
  • VT-d Features: enabled
Leggi anche:   Come installare MySQL in Windows 10

Effettuata la modifica; salvare e riavviare la macchina Host ( ovviamente la macchina fisica ! ).

Nota bene

Se viene saltato questo passo, VirtualBox non sarà in grado di gestire la virtualizzazione in modo nativo, pertanto le macchine virtuali che verranno installate, gireranno all’interno di VirtualBox in “Emulazione”. Inoltre VirtualBox non permetterà di installare macchine virtuali con con sistemi operativi ad architettura 64-bit; limitando quindi la possibilità di installare esclusivamente macchine virtuali a 32-bit, come mostrato nella immagine seguente.

Esempio di creazione di una VM a 32 bit
Esempio di creazione di una VM a 32 bit

Passo 2. Download dei programmi per la virtualizzazione

Possiamo ora procedere a scaricare il programma per la virtualizzazione (VirtualBox) ed il programma di estensioni per Virtualbox, dal sito ufficiale, al quale potrai accedere puntando il tuo browser all’indirizzo https://www.virtualbox.org/wiki/Downloads, Di cui quella che segue è l’immagine della pagina web del sito ufficiale di VirtualBox.

Pagina di Download di VirtualBox
Pagina di Download di Oracle

Selezionando Windows host dall’ultima versione disponibile, ovvero, puntando il tuo browser all’indirizzo http://download.virtualbox.org/virtualbox/5.1.18/VirtualBox-5.1.18-114002-Win.exe (che è l’ultima versione disponibile alla data di questo articolo).

Successivamente dovrai scaricare, dalla stessa pagina, anche l’eseguibile VirtualBox 5.1.18 Oracle VM VirtualBox Extension Pack All supported platforms, ovvero puntando il tuo browser all’indirizzo http://download.virtualbox.org/virtualbox/5.1.18/Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack-5.1.18-114002.vbox-extpack (che è l’ultima versione disponibile alla data di questo articolo).

Al termine dei downloads i file eseguibili appena scaricati dovrebbero essere disponibili nella cartella Download del tuo account sul tuo PC.

Ora che finalmente abbiamo a disposizione tutto l’occorrente, possiamo finalmente iniziare ad installare VirtualBox.

Passo 3. Installazione VirtualBox

Iniziamo l’installazione avviando, con un doppio-click, il file eseguibile VirtualBox-X.Y.ZZ-KKKKKK-Win.exe (dove X.Y.ZZ-KKKKKK rappresentano la versione scaricata di VirtualBox). All’avvio, il programma mostrerà alcune schermate per guidarti nell’installazione. Quella che segue è la prima schermata introduttiva:

Schermata di "Welcome" dell'installazione
Schermata di “Welcome” dell’installazione

Cliccare su Next, per proseguire.

VirtualBox. Opzioni di installazione
Opzioni di installazione

In questa schermata viene data l’opportunità di selezionare le funzionalità desiderate. In realtà sono già tutte impostate per default. Cliccare Next, per proseguire.

VitualBox. Setup installazione
Setup installazione

Qui possiamo scegliere alcune utilità che l’installatore provvederà adimpostare per noi. Anche in questa schermata tutte le opzioni sono già impostate di default.

Leggi anche:   Come cambiare l'indirizzo MAC della porta ethernet di Ubuntu

Cliccare Next, per proseguire.

VirtualBox. Setup network
Setup network

Questa schermata ci avvisa che durante l’installazione di VirtualBox verrà effettuato un reset delle interfacce di rete, pertanto per qualche secondodurante l’installazione, l’accesso alla rete non sarà disponibile. Ciò in quanto, verrà insttallata una nuova interfaccia di rete virtuale, necessaria per permettere alle macchine Guest di accedere in modo trasparente alla rete fisica.

Cliccare Next, per proseguire.

VirtualBox. Avvio installazione
Avvio installazione

Tutto è pronto per la vera e propria installazione. Cliccare Next, per proseguire.

VirtualBox. Progresso installazione
Progresso installazione

In questa schermata ci verrà mostrata la consueta barra di progresso dell’effettiva installazione. Durante questa fase potrebbero apparire l’ulteriore seguente schermata.

VirtualBox. Nuovo dispositivo Windows
Nuovo dispositivo Windows

Questa schermata ci informa che il software di installazione sta installando un dispositivo virtuale per consentire alle interfacce fisiche USB della macchina Host (macchina fisica) di essere trasferite alle macchine Guest (macchine virtuali).

Cliccare Installa per proseguire.

VirtualBox. Nuova rete Windows
Nuova rete Windows

Questa schermata ci informa che il software di installazione sta installando un nuovo dispositivo (virtuale) di rete che potrà essere gestito della macchina Host (macchina fisica) e di essere utilizzato dalle macchine Guest (macchine virtuali) per accedere alla rete fisica

Cliccare Installa per proseguire.

VirtualBox. Altra nuovo rete Windows
Altra nuovo rete Windows

Questa schermata ci informa che il software di installazione sta installando un dispositivo virtuale per consentire alle interfacce fisiche di rete della macchina Host (macchina fisica) di essere utilizzate dalle macchine Guest (macchine virtuali). In realtà si tratta dell’installazione della interfaccia di rete virtuale di cui abbiamo parlato più sopra, in questo articolo e più precisamente di un Network Bridge, per poter consentire alle macchine virtuali che verranno successivamente installate, di potersi “parlare” tra loro su una LAN completamente isolata dal mondo esterno.

Leggi anche:   Come creare un alias per l'interfaccia ethernet di Linux

Cliccare Installa per proseguire.

VirtualBox. Completamento installazione
Completamento installazione di VirtualBox

Fine dell’installazione! L’installazione di VirtualBox è finalmente terminata.

Cliccare Finish, per terminare ed avviare VirtualBox.

VirtualBox. Prima schermata
Prima schermata di VirtualBox

Ecco come appare la prima schermata di VirtualBox .

Passo 4. Installazione Extension Pack

Prima di procedere con la creazione della prima macchina virtuale, è necessario (anzi, direi indispensabile) installare il VirtualBox Extension Pack, che rende disponibili alcuni dei dispositivi fisici della macchina (fisica) alle macchine virtuali che si andranno a creare successivamente.

Iniziamo l’installazione avviando, con un doppio-click, il file eseguibile Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack-X.Y.ZZ-KKKKK.vbox-extpack (dove X.Y.ZZ-KKKKKK rappresentano la versione scaricata di VirtualBox Extension Pack). All’avvio, il programma mostrerà alcune schermate per guidarti nell’installazione. Quella che segue è la prima schermata introduttiva:

VirtualBox. Installazione del Extension Pack
Installazione del Extension Pack

Cliccare Installa per proseguire.

VirtualBox. Licenza
Licenza di VirtualBox

Apparirà quindi la schermata relativa all’accettazione della licenza che dovrà essere accettata se si desidera continuare l’installazione. In alternativa, si può rifiutare per terminare immediatamente l’installazione evitando così di installare il software relativo alla Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack.

Notare che il pulsante Accetto, non si attiva fintanto che non si è scorsa l’intera licenza fino alla fine, per fare in modo che l’utente legga con attenzione tutti i capitoli della licenza.

Cliccare Accetto per proseguire.

VirtualBox. Installazione Extension Pack
Installazione Extension Pack

A questo punto, inizia la vera e propria installazione del software, mostrando una piccola finestra con la barra di avanzamento dell’installazione.

Dopo qualche secondo, questa finestra si chiuderà automaticamente ed apparirà quella mostrata qui di seguito.

VirtualBox. Informazioni finali
Informazioni finali

L’installazione des software VirtualBox Extension Pack, è finalmente terminata.

Cliccare OK per terminare l’installazione.

Conclusioni

Con il completamento dell’installazione del software il nostro PC Windows è finalmente pronto ad accogliere tutte le macchine virtuali che vorremo creare (compatibilmente con lo spazio-disco a disposizione ed alle potenzialità della nostra macchina fisica).

Sei dunque pronto ad installare la tua prima macchina virtuale.

Buona fortuna.

Condividi

Lascia un commento